Offerte di formazione individualizzate, misure di sostegno, conoscenze in materia di pilotaggio: i dati costituiscono la base per delle misure, mirate e rapidamente efficaci, a tutti i livelli del sistema educativo federale. La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) e la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) si sono impegnate congiuntamente per stabilire delle regole chiare per il trattamento dei dati nell’educazione. L’obiettivo enunciato: nell’ambito della protezione dei dati esistente, una politica di utilizzo dei dati (per la scuola dell’obbligo e il livello secondario II) garantisce su scala nazionale che i dati nel sistema educativo vengono trattati in modo sicuro ed etico e ne permette un utilizzo mirato.

In cammino verso una politica di utilizzo dei dati per lo spazio formativo svizzero

La CDPE ha posto questa preoccupazione in primo piano tra i 36 sotto-obiettivi formulati nella sua strategia digitale. Nel quadro della digitalizzazione nell’educazione, la Confederazione e i Cantoni ci hanno incaricato di elaborare un rapporto di base. Tale rapporto identifica i campi d’azione e formula le piste di riflessione e di elaborazione.

Attualmente, su questa base, nel quadro di un mandato di monitoraggio, elaboriamo una misura concreta per lo sviluppo di una politica di utilizzo dei dati nel sistema educativo su scala nazionale: attuazione di un servizio specialistico temporaneo, nazionale per l’utilizzo dei dati, durante il periodo di prestazioni 2021–2024. Questo progetto s’inserisce nel campo d’azione «Formazione, ricerca e innovazione» della Strategia Svizzera digitale.

Il servizio specialistico creerà in tutta la Svizzera un quadro coerente per l’utilizzo mirato e affidabile dei dati nello spazio formativo. Sono previste le seguenti prestazioni:

  • un programma per la realizzazione di progetti di utilizzo dei dati
  • uno sportello per le domande relative all’utilizzo dei dati (servizi di consulenza)
  • una comunicazione mirata di conoscenze ai decisori

Calendario

Attualmente ci troviamo al termine della fase di progettazione. Al fine di includere i mandanti e le altre parti interessate nella progettazione finale del servizio specialistico, organizziamo un giro d’orizzonte con le parti interessate. Inoltre, è previsto un processo decisionale suddiviso in due tappe: nel mese di marzo 2021, i mandanti decideranno l’attuazione del servizio specialistico, e un anno dopo, nel mese di marzo 2022, inizierà l’attività regolare.